Pagamenti dilazionati, il futuro dell'Ecommerce?

  • Pagamenti dilazionati, il futuro dell'Ecommerce?

Se segui la nostra pagina Facebook, probabilmente avrai già letto di come i pagamenti dilazionati e le soluzioni "compra ora, paga dopo" stiano prendendo piede per i pagamenti online e di come ciò possa portare anche acquirenti poco propensi ad acquistare tramite ecommerce a sperimentare acquisti senza correre rischi. In Italia abbiamo già delle compagnie che permettono di effettuare dei finanziamenti, tuttavia richiedono l'inserimento di molte informazioni personali e di una busta paga. In un mondo di tirocini e pagamenti non propriamente ufficializzati, queste soluzioni di pagamenti dilazionati risultano inaccessibili a quella fascia più giovane che è esattamente la più attiva online. Oggi andremo a vedere tre fornitori di questa tipologia di pagamenti alternativi che sta iniziando a prendere piede anche in Italia.

Affirm - Finanziamenti con Carta di Credito e Carta di Debito

Attualmente disponibile solo negli Stati Uniti (esclusi Iowa e West Virginia), le uniche informazioni richieste sono un indirizzo Statunitense valido, nome, email, numero di telefono, data di nascita e gli ultimi 4 numeri del Social Security Number (SSN). Affirm permette sia di effettuare pagamenti in differita per piccoli pagamenti, sia pagamenti dilazionati con percentuali di interessi che vanno dal 10% al 30%. L'utente nell'atto pratico effettua un finanziamento per effettuare l'acquisto, in seguito pagherà mensilmente Affirm tramite carta di credito o carta di debito ricaricabile fino a saldarlo completamente.
Insomma, si tratta di una soluzione molto simile a quelle attualmente in uso ma molto più accessibile, purtroppo non ancora disponibile in Europa.

Afterpay - Sia online che offline, pagamenti immediati al venditore

Anche questo metodo attualmente non è disponibile in Europa ma solo in Nuova Zelanda e Australia. Le informazioni qui richieste sono ancora meno rispetto ad Affirm, basta infatti creare un account al momento del pagamento con dati della carta di credito/debito ed il proprio numero di cellulare. La peculiarità di Afterpay è la possibilità di utilizzare questo metodo anche all'interno di negozi fisici convenzionati, basta mostrare un codice a barre in cassa per effettuare la transazione. Il pagamento, sia online che offline, viene effettuato immediatamente da Afterpay, il cliente poi pagherà in maniera dilazionata per saldare il debito, risultando in zero rischi per il venditore. I finanziamenti sono inoltre controllabili tramite app e l'utente può scegliere il momento migliore per pagare, entro la scadenza ovviamente, pena un sovrapprezzo di 10$ e altri 7$ se il pagamento non viene effettuato entro 7 giorni dalla scadenza.
Una forma di pagamento che tutela sia venditore che consumatore, con costi aggiuntivi irrisori o nulli e che non richiede l'inserimento di informazioni sensibili. Speriamo si espandi velocemente ed arrivi anche in Europa.

Klarna - Pagamenti dopo la consegna

Arriviamo finalmente all'unico servizio attualmente disponibile in Europa. A differenza degli altri due che permettono l'utilizzo di carte di credito/debito, per utilizzare Klarna bisogna usare un sistema di online banking, quindi possedere un conto corrente. Al momento del pagamento bisogna scegliere la banca presso cui si ha un conto, inserire i propri dati di login dell'online banking e poi inserire un codice univoco che verrà comunicato sul momento. Questo metodo di pagamento però, permette non solo la ratealizzazione del pagamento, ma anche di usufruire della modalità "compra ora, paga dopo". Si può quindi acquistare un prodotto e pagare solo in seguito alla consegna della spedizione. Se il prodotto non dovesse arrivare o in caso di reso, si può non effettuare il pagamento, evitando quindi pratiche di reso a volte lunghe o difficili.
Forse la meno accessibile delle tre, ma disponibile in tutto il mondo. Tutela inoltre sia il venditore che il cliente, permettendo sia di avere la certezza del pagamento al venditore, essendo il tutto collegato ad un conto bancario, sia di tutelare il cliente che può decidere di pagare solamente dopo la ricezione del prodotto.

In conclusione

Anche se attualmente solo Klarna è utilizzabile in Europa, la nascita di aziende che forniscono questa tipologia di pagamenti agevolati ci fa capire la direzione che sta prendendo l'ecommerce: pagamenti veloci, sicuri e accessibili.
Cosa ne pensi di questa tendenza? Pensi che sia solo una moda passeggera o che sistemi come Klarna prenderanno piede, affiancandosi a metodi di pagamento ormai già affermati da anni come Paypal? Faccelo sapere nei commenti.

Aggiungi un commento

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.